giovedì 16 aprile 2015

Gli agretti con le uova per L'Italia nel piatto



Oggi vi parlerò degli agretti, detti anche barba di frate, ortaggi poco conosciuti, ma buonissimi; proprio per quello ho pensato di presentarli.
Il nome scientifico è salsola soda, hanno  proprietà depurative, sono ipocalorici, rinfrescanti, depurativi e tonici, ottimi per qualsiasi dieta.
Crescono in primavera e sono coltivati in Emilia Romagna (qui), dove spesso vengono consumati in seguendo ricette sempre molto semplici.
Normalmente si lessano e si consumano come contorno, possono essere conditi con aglio e peperoncino o con capperi e acciughe, spesso sono serviti con le uova e a volte anche utilizzati in sughi per il condimento di pasta.
Da piccola spesso la mia nonna andava a cogliere una specie di agretti selvatici, che qui a Piacenza vengono chiamati basaprett, non so se sono della stessa famiglia, certo che il sapore è molto simile.
Venivano sempre cucinati con le uova e proprio così ho voluti proporveli....



Ingredienti per 4 persone
500g di agretti
40g di burro
4 uova
sale
pepe


Mondare gli agretti, togliere le radici e i gambi duri, lavare accuratamente più volte sotto acqua corrente e togliere i fili scuri o con qualche filamento giallastro.

Lessare in acqua bollente per 3-4 minuti circa, scolare in acqua e ghiaccio (deve essere freddissima per mantenere il verde brillante).

Scaldare una piccola padella, inserire 10g di burro, farlo sciogliere, aggiungere una manciata di agretti, passarli velocemente per 1-2 minuti, aggiustare di sale.

Sgusciare un uovo sugli agretti, salarlo, con la forchetta muovere il contenuto in modo che l'uovo si strapazzi.

Consiglio un movimento circolare in modo da far sembrare gli agretti un nido.

Non cuocere troppo, l'uovo deve rimanere morbido.

Servire dopo averlo cosparso di pepe nero appena macinato.


Ed ora vediamo che prodotti e/o piatti primaverili troviamo nelle altre regioni...

Valle d'Aosta:  Risotto al burro e fiori di rosmarino del blog A tutto pepe


Friuli-Venezia Giulia: Asparago bianco del Friuli Venezia Giulia del blog Il piccolo Artusi

Liguria:  L'asparago violetto d'Albenga e una ricetta con le uova del blog Un'arbanella di basilico
 
Emilia Romagna: Gli agretti con le uova  qui

Toscana: Garmugia del blog Acquacotta e fantasia

 Umbria: Umbricelli con sugo di asparagi selvatici  del blog 2 amiche in cucina

Abruzzo: Il Carciofo di Cupello del blog Il mondo di Betty

Molise: Piselli casce e ova del blog la cucina di mamma Loredana

Lazio: Carciofi alla romana del blog Beuf a la mode

Puglia: Piselli e carciofi ripieni del blog Breakfast da Donaflor

Calabria: Hfavi e buhjularu del blog Il mondo di Rina

 Vi ricordiamo di passare nel nostro blog dove troverete raccolte tutti i link con le uscite precedenti!

12 commenti:

  1. Una vera delizia quest'erbetta :-) Un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Un secondo piatto / contorno sfizioso ^_^

    RispondiElimina
  3. Agretti e asparagi, ne mangerei in quantità industriale! Ti ho mandato un messaggio in chat, un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Piatto di antiche tradizioni, anche la mia nonna li cucinava spesso in primavera.
    Un bacio :)

    RispondiElimina
  5. Gli agretti mi piacciono un sacco, anche se gui non so come mai ma non li trovo facilmente!!! Ma mi darò da fare!!!
    Buona giornata

    RispondiElimina
  6. Non li ho mai visti, e' la prima volta. Li chiederò al mio fruttivendolo.

    RispondiElimina
  7. ed infatti non li conoscevo proprio gli agretti, sicuramente avranno un sapore ottimo!
    che buona la tua versione con le uova!
    un bacione

    RispondiElimina
  8. un abbinamento che amo da impazzire... bravissima!

    RispondiElimina
  9. Un vero nido primaverile, un concentrato di colore e sapore. Complimenti Elena!

    RispondiElimina
  10. Un piatto ricco di sapori e delizioso !

    RispondiElimina
  11. Gli agretti li ho scoperti relativamente tardi, ma sono una di quelle verdure che i miei figli adorano.
    Li ho sempre proposti semplicemente lessati, sono sicura che così come li hai preparati diventano ancora più gustosi.

    Buona domenica

    Loredana

    RispondiElimina
  12. e io che mi limito a mangiarli sempre solo lessati, quest'anno li abbiamo seminati, appena sono pronti proverò con le uova, un bacio.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!