sabato 20 luglio 2013

Estate in Emilia Romagna - Dozza

Questo mese la rubrica L'Italia nel Piatto ha come titolo
 L'estate in....

Ognuno può decidere se scrivere ricette estive della propria regione o promuovere sagre o luoghi particolarmente interessanti dal punto di vista turistico.
Personalmente tendo sempre a parlare di cucina in questo blog e quando vorrei parlare di località o altri eventi faccio sempre una gran fatica a scrivere il post.
Oggi però voglio assolutamente sforzarmi e  parlare di questo borgo medievale tra l'Emilia e la Romagna (neanche troppo vicino a casa mia), che ho visitato lo scorso anno in compagnia di due care amiche, Giuliana e Libera (sì, Libera la conoscete,  proprio lei, la Libera di Accanto al camino!).
dal web
Dozza si trova sulle colline di Imola, vicinissimo a Castel San Pietro, rinomato centro termale, è un borgo medioevale con una suggestiva rocca sede dell'enoteca regionale, ma l'aspetto che rende unico questo luogo è la presenza di vere opere d'arte disegnate sulle facciate delle case.
Infatti ogni due anni questo paese ospita la "Biennale del muro dipinto"(quest'anno si terrà dall'11 al 15 settembre e se siete interessati  qui troverete tutte le informazioni utili), una rassegna  organizzata in collaborazione con il Museo d'Arte Moderna di Bologna in cui gli artisti, provenienti da tutto il mondo, lavoreranno a diretto contatto con il pubblico che potrà assistere allo sviluppo dell'opera, dal muro vuoto al suo compimento, queste opere poi rimangono sui muri del paese caratterizzandolo.
Il borgo è formato da diverse piazzette e due vie principali che convergono nella piazza della Rocca Sforzesca, ecco alcune foto che ho fatto  personalmente... partendo dall'ingresso  e continuando nelle due viuzze principali.....

ecco




































Nella Rocca (foto a lato) si trova l'Enoteca Regionale dell'Emilia Romagna, gestita da un associazione di produttori vinicoli che si dedicano alla promozione e la valorizzazione del patrimonio vinicolo della regione, percorrendo la regione da ovest est si incontrano vigneti di Barbera, Bonarda, Malvasia Aromatica di Candia, le molte varietà di Lambrusco, il Pignoletto e poi Sangiovese ed Albana.
In enoteca si può trovare oltre 1000 etichette di 260 produttori, selezionate da una commissione tecnica, vengono inoltre organizzati tanti eventi: degustazioni, corsi  di approfondimento a feste vere e proprie per date particolari come San Valentino o per l'8 marzo festa della donna.

Vi assicuro che è un luogo incantevole, il panorama sulle colline bolognesi è fantastico, il borgo è un piccolo gioiellino, ricco di opere d'arte contemporanea con questa rocca maestosa e culla dell'enologia regionale.
Qui l'enogastronomia  è ai massimi livelli, complice l'Enoteca, ma anche i diversi ristoranti che troviamo nelle viuzze.
Noi abbiamo optato per il ristorante Canè (è anche albergo), fa parte dei locali storici e l'ambiente è molto gradevole e raffinato, in estate si può usufruire di una splendida terrazza e quanto ai piatti hanno un elenco infinito di specialità tipiche.
Non potevo non fare la foto di questi piatti..."deformazione professionale "


e per finire come dolcetto la nostra mitica zuppa inglese (qui la mia ricetta)


Ed ora i ringraziamenti: prima di tutto devo citare la cara Anca...è stato sul suo blog che ho visto per la prima volta questo luogo fantastico, poi Libera che ha organizzato la gita nei minimi particolari e Giuly che senza di lei il tutto sarebbe stato impossibile...grazie fantastiche Donne!

Ma vediamo un po' le altri regioni italiane che cosa ci propongono...ricetta o proposte di viaggio?

Valle D'Aosta - Cucina valdaostana: Alpenballu di Gressoney (palline d'alpeggio) di Cinzia ai fornelli
Piemonte - Estate in...  di La Casa di Artù
Lombardia - Estate in Lombardia: Marisan e Pumidori di Le delizie della mia cucina
Friuli Venezia Giulia - Estate in Friuli Venezia Giulia - Trieste di Nuvole di farina 
Emilia Romagna - Estate in Emilia Romagna - Dozza di Zibaldone culinario
Liguria - Estate a Genova e la frittata di preboggion di Un'Arbanella di basilico 
Umbria - Estate in Umbria - Tris di bruschette di  2 Amiche in cucina
Abruzzo - Estate in Abruzzo di In cucina da Eva
Lazio -Estate nel Lazio -La tiella di Gaeta di Chez Entity  
Puglia - Estate in Puglia - La mala sorte du pulpe barèse di Breakfast da Donaflor
Sicilia -  Estate in Sicilia - gelo al caffè di Cucina che ti passa 

Abbiamo inoltre i Guest blog del mese di Luglio, le nostre vincitrici:
dall' Emilia Romagna L'eleganza del polpo con  Piadina tradizionale con prosciutto  e formaggio all'emiliana
dalla Liguria I dolci di Zia Chicca con Acciughe ripiene alla ligure



Se desiderate partecipare al nostro gioco, andate a visionare la nostra pagina facebook, qui si troveranno tutte le regole per la partecipazione e come vincere... vi aspettiamo!!!

Foto dal web


Ricordandovi che la nostra rubrica chiude per ferie nel mese di agosto, ma che i vincitori del nostro gioco potranno partecipare insieme a noi all'evento di settembre, vi auguriamo
buone vacanze!!!

Da oggi L'Italia nel piatto va in vacanza......ci rivediamo a settembre!!!!!


16 commenti:

  1. Luogo incantevole Elena. Davvero hai messo voglia di farci "un salto"... Chissà! Tra un po' le ferie arriveranno e nessuno mi vieterebbe a farlo!! Un abbraccio grande, grande grande e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  2. Ma Elena... sei venuta nella mia adorata Dozza??? Avendolo saputo ti avrei mandata anche all'Osteria del Borgo del mio amico Marco dove trovavi le migliori piadine della zona! Visto che bella l'Enoteca Regionale?
    Buon fine settimana, Sara

    P.S.: stasera sono a cena a Rivalta.... sarà una toccata e fuga, ma se ricapita di dirò qualcosa!

    RispondiElimina
  3. Complimentiiiiii molto bello e interessante, quante foto, quasi quasi vivendo a trovare! Intanto buone vacanze all'Italia nel piatto

    RispondiElimina
  4. Bellissimo questo borgo, è ricco di arte in ogni angolo; amo molto la tua regione e di sicuro non mancherò di visitarlo, spero presto

    RispondiElimina
  5. Dozza è veramente splendido! Un borgo delizioso e da visitare :-) bellissime le tue foto e la tua zuppa inglese non me la posso proprio perdere :-) un bacione e buon fine settimana :-)

    RispondiElimina
  6. A breve ci conosceremo e sarà entusiasmante.. a prestissimo allora! Valeria

    RispondiElimina
  7. Ma che bel posto Elena, meriterebbe davvero una visita! Sai che Brii mi ha proposto di ospitare il WHB? Lo farò a settembre, sono davvero contenta (e anche un po' emozionata) e partecipo anche al salutiamoci, guarda quante cose facciamo insieme... Bacio buona domenica

    RispondiElimina
  8. Che bel posto, non lo conoscevo, così come non sapevo di questa iniziativa del muro dipinto.
    Grazie di avercelo fatto conoscere :)
    Un bacio.

    RispondiElimina
  9. Sono stata in Romagna ma purtroppo quella località non sono andata a visitarla, è un posto meraviglioso che vale la pena conoscere; credo che hai fatto benissimo in dedicare un intero post a quel posto. Baci

    RispondiElimina
  10. Elena...che meraviglia questo borgo e quelle facciate dipinte delle case sono uno spettacolo!
    inutile...l'Italia ha dei posti incantevoli che meritano sempre di essere visitati!
    bacionissimi e buone vacanze

    RispondiElimina
  11. Elena Dozza è davvero bellissima proprio come mi dicevi, le opere poi sono davvero bellissime!
    Un peccato che vengono cancellate ma se dopo 2 anni ne fanno di nuove presterei la mia casa per farla diventare una tela gigante!!
    sei riuscita benissimo a scrivere il post complimenti davvero!!!
    un bacione amica mia!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, no, non mi sono spiegata bene ..non vengono cancellate...rimangono fintanto che non sono davvero rovinate...

      Elimina
  12. Elena ma che meraviglia questo post....la nostra Italia è davvero uno splendore, hai fatto benissimo ad illustrarci questa chicca!!!

    RispondiElimina
  13. ma che belle le facciate dipinte, meravigliose, complimenti bellissime foto, un bacio

    RispondiElimina
  14. mi fa piacere vi sia piaciuto, anche a me è rimasto nel cuore... ero titubante nella scelta del post, volevo parlare dei castelli del piacentino, ne abbiamo tanti e di bellissimi, ma sarà per la prossima volta...
    a presto! e grazie!

    RispondiElimina
  15. Conoscevo questo posto per averne sentito parlare in tv e mi ha da sempre incuriosita. E' una di quelle località nelle quali mi piacerebbe passare per una visita.

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!