lunedì 24 ottobre 2011

Profiteroles all'arancia candita e cioccolato fondente

E anche questo mese ce l'ho fatta a partecipare all'MT-Challenge di Menù Turistico ma ...è stata dura!!! un week end di lavoro intenso....
Stefania è stata bravissima e molto precisa nel segnalare la ricetta, ma mio marito lo è ancor di più se si tratta di ricette di Montersino.
Appena ha annusato l'aria di ricetta di profiteroles, ha iniziato a zampettare in cucina e ogni volta che iniziavo un'operazione mi metteva un sacco di dubbi in merito..
Risultato: sul portatile ricetta di Stefania, sul lettore CD trasmissione registrata.
Nonostante tutto sono riuscita ad abbrustolire la prima fornata!!!!! e così si è concluso il sabato con una nebbia che avvolgeva la cucina!
Domenica mi sono dedicata alle creme, complicandomi la vita inserendo l'arancia candita a pezzetti.... e poi prova tu a usare la sac-a-poche che si intasa continuamente!!!! Ma finalmente nel tardo pomeriggio ecco il risultato.....




Per quanto riguarda la scelta dei gusti ho deciso di propendere per un abbinamento classico: cioccolato fondente + arancia (con scorzette candite al cioccolato come decorazione).

Ingredienti
Per i bignè
74 ml di acqua
10 ml di latte
66 gr di burro
70 gr di farina debole (circa 9% di proteine)
2 uova (ho aggiunto ancora 1 uovo)quindi 3 uova
1 pizzico di sale

Per la crema all'arancia
200g di cioccolato bianco
100ml di panna da montare
1 fialetta di aroma all'arancia
arancia candita a cubetti (mooolto piccoli!)

Per la crema di cioccolato
100g di cioccolato fondente a 60%
75g di zucchero
2 tuorli
100ml di latte
25g di farina

Per decorare
scorzette d'arancia candite
50g cioccolato fondente al 60%
1 cucchiaio di burro di cacao

panna montata (a piacere)

Per i bignè: versare l’acqua, il sale e il latte in un pentolino, aggiungere il burro tagliato a pezzetti e accendere il fuoco. Portare a bollore. Il burro si deve sciogliere lentamente a fuoco basso. L’acqua non deve bollire prima che il burro sia completamente sciolto, altrimenti se evapora andrà ad alterare l’equilibrio della ricetta.
A bollore, aggiungere la farina tutta in una volta e mescolare con un cucchiaio di legno. Far cuocere sul fuoco fino a quando il composto non si sarà asciugato un poco e avrà formato sul fondo del pentolino una patina biancastra. Non esagerare con la cottura.
A questo punto trasferire tutto in una ciotola, far freddare l’impasto con un frullino elettrico. Azionate quindi le fruste e fatele andare per un minuto. Aggiungete le uova intere, una alla volta (in questo caso, visto che la dose è di 1 uovo, consiglio di sbatterlo con la forchetta e di inserirlo in 2-3 riprese).

Non aggiungete il secondo se il primo non è stato completamente assorbito.
Al termine dell’inserimento delle uova, dovrete ottenere una pasta dalla consistenza simile a quella della crema pasticcera e filante, se è troppo consistente aggiungete un'altro uovo sempre poco alla volta dopo averlo sbattuto.
Mettere in sac a poche a bocchetta liscia e formare i bignè su placca imburrata molto poco (imburrare e poi pulire con carta).
Montersino dice di tenere la bocchetta lateralmente, ma è difficile poi farli tutti uguali e soprattutto ben rotondi!( questo consiglio non so se lo riseguirei...)
Cuocere in forno caldo funzione statico a 200°C per 12 minuti,spegnere, poi aprirlo un poco tenendolo aperto con un cucchiaio di legno e lasciare la teglia all'interno per altri 20-25 minuti (almeno con il mio forno!).
Far raffreddare molto bene prima di farcire.

La crema di farcitura: scaldare molto bene la panna, quasi a bollore e poi inserire il cioccolato bianco a pezzetti, mescolare molto bene.
Quando è raffreddata, unire l'aroma e le scorzette a cubetti.

Per la crema di copertura: montare molto bene i tuorli con lo zucchero,unire la farina e poi bagnare con il latte caldo, posizionare sul fuoco basso e unire il cioccolato a pezzetti, mescolare fino a che non si scioglie.

Per glassare le scorzette: spezzettare il cioccolato, mettere in una ciotola con il burro di cacao sciogliere con il micronde, 20 sec alla volta a max potenza (io 3 volte), mescolare dopo ogni riscaldamento. Quando è ben sciolto intingere la scorzetta e lasciare asciugare su carta forno (1 ora circa).


Farcire i bignè con la crema all'arancia e dopo averli posizionati nella classica piramide, far colare la crema al cioccolato da copertura.
decorare con scorzette candite al cioccolato e panna montata a piacere!!!



Buono, buono ma che fatica!!!



Naturalmente partecipo all'MT-Challenge:


13 commenti:

  1. I miei più sentiti complimenti io avrei alzato bandiera bianca ancor prima di cominciare, troppo stress ;-)
    Certo che a vederli nella foto finale... mannaggia a te :)

    RispondiElimina
  2. Così io avrei esagerato. Ma dai i tuoi sono .. sono .. perfetti. Non li ho assaggiati ma la tua foto non lascia nulla all'immaginazione. Mi tocca rimandare la dieta a domani. Oggi a vederli sono ulteriormente ingrassato. Mannaggia a te.
    Bacioni

    RispondiElimina
  3. Mamma mia, è un continuo soffrire a girare per blog e trovare questi meravigliosi profitteroles, una ricetta più ghiotta dell'altra, la tua è semplicemente deliziosa...buona serata!!!

    RispondiElimina
  4. Allora, stasera sono circondata dai profitterolles! La celiaca pasticcione, tu...è davvero un segno che me li devo troppo fare! Un abbraccio, sei bravissima.

    RispondiElimina
  5. Ti sono venuti benissssssssssssimo, io ci devo ancora prendere la mano, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  6. Un profiteroles davvero elegantissimo con questi abbinamenti, Cara Elena
    e poi è venuto perfetto!

    RispondiElimina
  7. wow elena che belli!!!
    baci carla

    RispondiElimina
  8. Elena, che eleganza! e che realizzazione! sono fantastici! e poi, con le scorzette, fanno già Natale! Grazie grazie grazie
    ale

    RispondiElimina
  9. Che meraviglia....non aggiungo altro!!! un bacione

    RispondiElimina
  10. Abbinamento perfetto, ed esperimento riuscito! L'arancia candita e glassata nel cioccolato è un classico che più classico non si può, ma nel profiterole diventa un toccco di eleganza e di personalità! Complimenti!

    RispondiElimina
  11. Grazie grazie, i vostri commenti mi riempiono di orgoglio, ... un grosso bacio a tutti!

    RispondiElimina
  12. sembrano davvero buonissimi e poi tutto quel ripieno goloso...

    RispondiElimina
  13. Quando si dice che chi la dura la vince, eh? ^_^
    Molto raffinato questo profiterole, sono stracontenta che tu non abbia gettato la spugna! Adesso che la strada è stata spianata... vai di profiteroles!!! :-D

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!