mercoledì 2 ottobre 2019

Pizza con squacquerone e mortadella

La Pizza, il piatto italiano per eccellenza, quello che tutti ci invidiano e di cui tutti ne parlano è la protagonista indiscussa della rubrica  L'Italia nel Piatto di questo mese.
Ogni regione era libero di prepararla, farcirla o interpretarla a suo modo e se aprirete i link sottostanti ne vedrete delle belle!!!
La ricetta dell'impasto viene da Antonietta, una cara amica napoletana, ha un'idratazione al 55 % , pochissimo lievito e un impasto molto lavorato, il che lo rende davvero setoso. Importante è poi la lievitazione, come formare il disco di pasta (qua sotto ho cercato di descrivere tutto) e la cottura, che deve avvenire ad alta temperatura su pietra refrattaria oppure passata prima in padella caldissima e poi in forno (utile per formare le bolle nel cornicione).
La farcitura dell'Emilia-Romagna è stata difficoltosa da scegliere, abbiamo salumi e formaggi eccezionali e vi assicuro che ho cambiato idea più di una volta. Poi ho optato per la Mortadella Bologna IGP e lo squacquerone DOP di Romagna così da unire la mia regione anche dal punto di vista culinario.

La Mortadella Bologna IGP, la conoscete tutti, ma è giusto precisare che è un insaccato cotto fatto esclusivamente con carne suina, di forma cilindrica o ovale, di colore rosa e dal profumo intenso e leggermente speziato. Può essere arricchita con pepe nero o pistacchi, il disciplinare ammette entrambi .

Lo squacquerone, invece è meno conosciuto, è un formaggio vaccino, a latte intero, a brevissima maturazione, non ha croste o pelle ed è spalmabile grazie all'alto contenuto di acqua.
Il colore è bianco avorio, la consistenza è cremosa e all'assaggio prevale il gusto del latte, con sapore dolce-acido. È uno dei prodotti "per eccellenza" con cui viene farcita la piadina, e vi assicuro che anche sulla pizza ci sta a meraviglia!
altro prodotto tipico delle terre romagnole.
Lo Squacquerone di Romagna che, essendo un formaggio DOP, può essere prodotto solo nella zona definita e nel rispetto del relativo disciplinare.
Ma ecco la mia pizza!!!


Ingredienti per 3 pizze

450 g di farina 0
250 ml di acqua
12 g di sale
1 g di lievito di birra

Misurare l’acqua, versarla in una ciotola, prelevarne una piccola quantità in due tazzine differenti: in una sciogliere il sale, nell'altra il lievito di birra.

Versare il contenuto con il lievito di birra nella ciotola con l’acqua e iniziare ad aggiungere gradualmente e lentamente la farina setacciata a parte, incorporandola man mano all'acqua, poi finita la farina aggiungere il sale sciolto in acqua, continuare ad amalgamare  fino a raggiungere il “punto di pasta” (Il disciplinare della pizza napoletana dice che questa fase deve durare 10 minuti).

Ribaltare sul piano da lavoro e lavorare 20 minuti (tempo necessario per ottenere un impasto della consistenza ideale)

Piegare e schiacciare ripetutamente, poi all'avvicinarsi dei 20 minuti l’impasto diventerà morbido e sempre più cedevole e infine avrà un aspetto setoso.
A questo punto riporlo in una ciotola di vetro o porcellana, coprire con pellicola e lasciar lievitare per 2 ore.
Dividere in 3 panetti e lasciarli ancora lievitare fino al raddoppio (almeno 3 ore).

Scaldare il forno a temperatura max, (il mio oltre 250°C).
Una volta che i panetti sono lievitati stenderne uno alla volta su un ripiano, senza usare il mattarello ma allargandolo con le mani, dal centro verso il bordo e poi, come fanno i pizzaioli veri, facendolo debordare roteandolo, in modo che avvenga un’estensione più delicata.
E' possibile aiutarsi con farina o semola.

Farcitura
2 mozzarelle
200g di squacquerone
200g di mortadella IGP

Cuocere la pizza senza farcitura per 5 minuti, togliere dal forno, aggiungere la mozzarella tagliata a cubetti e lo squaquerone, cuocere ancora 4-5 minuti.
Togliere dal forno mettere sul piatto e farcire con la mortadella.


Ecco le nostre pizze italiane!

Piemonte: Pizza con Prosciutto Crudo di Cuneo D.O.P. e Gorgonzola dolce

Trentino-Alto Adige: La pizza coi sapori del Trentino - Alto Adige

Friuli-Venezia Giulia: Pizza friulana con Montasio e crudo di San Daniele

Veneto: Pizza con tastasale, crema di Asiago Dop e radicchio

Lombardia: Pizza Mantovana 

Emilia-Romagna:Pizza con squacquerone e mortadella 

Liguria: Pizza dell’Andrea

Toscana: Pizza di farina di farro, con Pecorino Toscano DOP, Finocchiona IGP e cavolo nero 

Marche: Pizza alla marchigiana con caciotta di Urbino e prosciutto Carpegna

Umbria: Pizza patate e salsiccia 

Lazio: La pizzetta rossa

Abruzzo: Pizza di Solina con patate pecorino e tartufo 

Campania: Pizza con il cornicione ripieno di ricotta di bufala campana DOP 

Puglia: Pizza con capocollo di Martina Franca, pomodori secchi e rucola

Calabria: Pizza piccantina alla moda calabrese 

Sicilia: Pizza alla Siciliana 

Sardegna: S'ANGULI 'E CIBUDDA

Seguiteci anche sulle nostre pagine e sui nostri social

L'Italia nel piatto  Blog

Facebook https://www.facebook.com/LItaliaNelPiatto/

Instagram: @italianelpiatto

Prova anche tu a realizzare una ricetta inerente al tema del mese, pubblica una foto sul tuo account IG utilizzando #italianelpiatto_community e tagga @italianelpiatto.

14 commenti:

  1. Che bontà! Io amo la pizza!

    RispondiElimina
  2. Il panino con la mortadella è per antonomasia quello del muratore.
    Questa direi che è la "pizza del muratore".
    Che buona!!!!
    Adoro la mortadella.

    RispondiElimina
  3. Le vostre ricette: una più buona dell'altra!

    RispondiElimina
  4. Due ingredienti che da soli fanno impazzire! Buonissima!!!!

    RispondiElimina
  5. Dopo lunga riflessione, come dici, hai scelto benissimo. Adoro mortadella e squaquerone. Se potessi, ne mangerei a chili!

    RispondiElimina
  6. Mmmmmm che buono lo squaquerone. Io da romagnola ne ho una venerazione infinita. Ottima pizza, due ingredienti top!!!!

    RispondiElimina
  7. Averla qua ora per merenda, sarebbe perfetta!!!!

    RispondiElimina
  8. O mamma mia, che bontà!!!! Favolosa...caspita che fame che mi è venuta :))

    RispondiElimina
  9. Una pizza favolosa Elena...di una golosità pazzesca! Complimenti!
    Bacio grande,
    Mary

    RispondiElimina
  10. Ad una pizza così, con questi profumi è difficile rinunciare 😉
    Buonissima

    RispondiElimina
  11. Durante una vacanza in Emilia Romagna ho mangiato una piadina con squacquerone e mortadella, non l'ho mai dimenticata!! Sulla pizza saranno ancora meglio, che bontà! Brava Elena, complimenti!

    RispondiElimina
  12. Mai provato questi due ingredienti insieme. La tua pizza deve essere di una bontà unica. Poi la vostro mortadella è unica….

    RispondiElimina
  13. Beh...Sua Maestà "La mortadella" avrà donato alla pizza un sapore e profumo unici! Impossibile resistere a questa pizza!
    un abbraccio

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!
Ricordati però che utilizzando questo form, si acconsente al trattamento e all'archiviazione dei propri dati personali da parte degli autori di questo sito.