venerdì 14 dicembre 2012

Budino salato di Trentingrana e spinaci con speck croccante e mostarda di mele della Val di Non

Da quando Francesca-Acquolina ci ha insegnato la ricetta dei budini salati, ho iniziato a prepararli, e non mi sono più fermata....
Li trovo eleganti e versatili, ideali come antipasto se decorati o serviti con creme e cremine, ma anche come contorno un po' diverso dal solito.
In questa ricetta ho cercato di utilizzare tutti prodotti del Trentino Alto Adige, come per celebrare questa regione così speciale, che porto nel cuore da sempre e in cui vorrei trascorrere la mia pensione (illusa... credo ancora a Babbo Natale!!! io in pensione non ci andrò mai!!!!).
Il formaggio trentingrana, famoso per la sua dolcezza e il suo sapore, le mele saporite e profumate e lo speck , che non ha bisogno di presentazioni.
L'assaggio di questo antipasto è un contrasto continuo, morbido- croccante, dolce- saporito, piccante -delicato...insomma vi consiglio di provarlo è un 'esperienza simpatica e gustosa!



Ingredienti per 4 persone
per i budini
150ml di panna
50ml di latte
70g di Trentingrana grattugiato
80g di spinaci lessati 
1 uovo
1 pizzico di sale
 per la mostarda
1 mela golden (120g mondata e pelata)
120g di zucchero
2 gocce di essenza di senape (acquistata in farmacia)

 speck IGP Alto Adige
1 cucchiaino di olio extravergine di oliva

Unire la panna con il latte e l'uovo, miscelare inserendo il formaggio e gli spinaci non tritati (in modo da dare l'effetto marmorizzato).
Aggiustare di sale e introdurre in coppette di alluminio.
Cuocere a bagnomaria in forno caldo a 180°C per 25-30 minuti (inserire acqua bollente nella teglia appena prima di infornare).

Tagliare a tocchetti la mela e cuocere a vapore (con il bimby impostare 20 minuti, con la pentola a pressione dal fischio 5 minuti).
Passare al minipimer, aggiungere lo zucchero e cuocere in una piccola pentola a fuoco basso circa 10 minuti, mescolando sempre.
Lasciare raffreddare e aggiungere le gocce di senape (attenzione ha un sapore e un profumo molto forte), mescolare.

Tagliare a listarelle 2-3 fette di speck e tostarlo in padella con un poco di olio. Scolare su carta assorbente e asciugare.

Assemblare il piatto: mettere un cucchiaio di mostarda a specchio, aggiungere il budino (volendo si può scaldare 1 minuto al micronde), decorare con lo speck.

17 commenti:

  1. che raffinatezza deve essere stato un tripudio di sapori.. buona giornata Simona

    RispondiElimina
  2. Sembra buonissimo e i colori si sposano alla perfezione!

    RispondiElimina
  3. Ciao carissima.
    Eccezionale budinetto...tralasciando la mia passione sfegatata per l'Alto Adige!
    Un abbraccione.

    RispondiElimina
  4. Ehei che meraviglia di budini ! complimenti !!!
    Buona serata
    Mandi

    RispondiElimina
  5. Ciao Elena :) Che bella idea i budini salati! Questo qui deve essere squisito, inoltre è raffinatissimo e presentato splendidamente, complimenti! :) Un abbraccio e buon fine settimana :)

    RispondiElimina
  6. Che delizia questi budini!!!!! Adoro molto di più il salato che il dolce e questi finiscono dritti dritti come antipasti natalizi! Baci

    RispondiElimina
  7. mamma mia quant'è invitante bravissima!

    p.s. prova le caramelle si mantengono a temperatura ambiente tranquilla..sono giusto un pò durette..ma si mordono una bellezza hahaha..ciao buona domenica

    RispondiElimina
  8. Ciao Elena e grazie per la visita!
    Ricetta molto sfiziosa, ottima direi per un antipasto un po' più chic!

    RispondiElimina
  9. Adoro anche io la versione salata dei budini....mi piacciono e li trovo molto raffinati...

    ps. w i tuoi 300 followers!

    RispondiElimina
  10. Ciao Elena, buona domenica, mi piacciono da matti ed è per questo che non li faccio mai, so come andrebbe a finire, ho appena perso qualche chilettino ;-)
    Ma non è detto che prima o poi "ritorni"anch'io... Ciao cara :-P :-D

    RispondiElimina
  11. Hai ragione: questo budino è molto elegante( e deve essere anche buonissimo).
    Buona domenica a te.

    RispondiElimina
  12. Ciao cara, guarda i budini salati sono stati una scoperta fantastica anche per em.
    Dunque per la ruora di pesce spada, magari prendi un trancio dalla parte più piccola, verso la coda, perchè deve essere alto almeno 4 dita ..... il sacchetto va benissimo , ma gli "odori" glieli metti tu, non usare quelli che ti danno in dotazione loro ( mangiato una volta fatto dalla suocera, che fa il pesce in maniera eccezionale - mi chiedo come mai abbia usato quegli ingredienti- MAI DIGERITO!!)....baci e buona domenic, Flavia

    RispondiElimina
  13. Elena è molto bello, e deve essere anche molto buono, penso che i budini salati siano simili ai flan che faccio io, vedo che c'è la panna, molto bello...un caro saluto

    RispondiElimina
  14. Ciao Elena, ma quante belle ricette hai postato, non saprei proprio quale scegliere, però forse questo sformatino ha una marcia in più! Bacione (hanno previsto neve per il prossimo fine settimana...)

    RispondiElimina
  15. Grazie a tutti, anche secondo me è una bella ricetta...mi è piaciuta molto la mostarda di mele...è notevole ...non si nota ma forse è il particolare più interessante della ricetta, bacioni!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!