domenica 3 febbraio 2013

Pstruh na rasci ovvero Trota al cumino

Eccoci in Slovacchia...non conosco bene questo stato ma dopo il post di Terry già mi sento più pronta... in ogni caso ho voluto cimentarmi nella preparazione di un piatto tipico.
La mia scelta è caduta sulla trota, un pesce di lago che preparo abbastanza spesso, ma mai con il cumino...non mi sarebbe mai venuto in mente!!!
La ricetta l'ho tratta da qui e come consiglia il post l'ho servita con patate fritte in padella con rosmarino.
E' un'ottima cena ..ve la consiglio!!!



Ingredienti per 4 persone
8 filetti di trota iridea (la mia salmonata)
50g di farina
cumino
6 patate medie
rosmarino
sale
olio evo

Pelare le patate e affettarle sottilmente con una mandolina.
Inserirle in una ciotola con acqua fredda e lasciare in ammollo per almeno mezz'ora.
Togliere dall'acqua, asciugare con carta assorbente e immergere in olio evo molto caldo... poche rondelle per volta dopo aver aromatizzato l'olio con il rosmarino. 
Solo quando si è sta finendo la cottura delle patate si procede a cuocere la trota.
Miscelare la farina con due cucchiai di cumino (a piacere ...si può variare).
Lavare ed asciugare i filetti di pesci, passarli nella farina aromatizzata, e cuocerli in padella con olio evo ben caldo adagiandoli dalla parte dove è presente la pelle.
Cuocere 5-7 minuti (dipende dallo spessore) e poi si volta e si prosegue la cottura per altri 3-4 minuti.
Servire subito.


Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario Culinario della Comunità Europea,  la Slovacchia è ospitata da Terry del blog Crumpets & co.

8 commenti:

  1. Ti sei cimentata anche con un piatto slovacco... i miei complimenti! Una versione davvero squisita. Hai preparato un bellissimo piatto, emplice e buonissimo.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  2. Un fantastico secondo piatto, già lo sai quanto adoro la trota!!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Elena! E' vero, è da un po' che non ci incontriamo ma l'importante è non perdersi di vista. Che buona la trota, la mangiavo spesso in Abruzzo, soprattutto quando andavamo in montagna, purtroppo qui non ne vendono. Ottima ricetta però, anche se mi tocca solo guardarla.
    Buona settimana, cara, un abbraccio.

    RispondiElimina
  4. Ciao! Ti conosco oggi grazie al viaggio con l'Abbecedario. Avevo pensato anch'io di fare questa trota al cumino...se dici che non è troppo strano come sapore la proverò. :-)

    RispondiElimina
  5. Anche io mai l'avrei vista assieme al cumino... Ma a quanto pare sti slovacchi la san lunga e sta trota é da provare! Grazie Elena... Son felicissima del tuo contributo! :) un bacione

    RispondiElimina
  6. Che brava che sei!!!!
    Un piatto gustoso!!!!!!
    Da tanto non mangio la trota e che voglia mi hai messo.....

    RispondiElimina
  7. E anche la tappa Slovacca è stata un successo, anche grazie a te: http://abcincucina.blogspot.com.es/2013/01/b-come-bryndzove-halusky.html. Grazie per aver partecipato...e ora prepara le valigie per il Portogallo!
    Aiu'

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!