mercoledì 20 febbraio 2013

La Spoja lorda per L'Italia nel piatto

Buongiorno a tutti eccoci giunti al giorno 20 del mese di febbraio,  giorno della pubblicazione della nostra rubrica, infatti ogni mese al giorno 20 le ricette regionali faranno bella mostra sui nostri schermi.
Abbiamo deciso il 20 per ricordare il numero delle nostre regioni e di conseguenza il numero dei partecipanti...
Oggi il tema è : Zuppe minestre, vellutate e brodini...
Come Emilia Romagna ho pensato ad una ricetta tipica romagnola, non la conoscevo proprio ed è questo il bello de L'Italia nel piatto: studiare, ricercare e preparare piatti, a volte anche a noi sconosciuti, cercando di crescere e migliorare le nostre conoscenze sui piatti tradizionali.
E' la Spoja lorda, cioè una sfoglia fatta a mano "sporcata" con un ripieno a base di Parmigiano e formaggio morbido (ricotta, squaquerone, casatella, raviggiolo) e poi tagliata a piccoli quadretti e cotta in un brodo di carne.
Le  massaie la cucinano quando non hanno tempo per preparare i cappelletti, che richiedono un ripieno più ricco e  una manodopera maggiore.
In ogni caso sono rimasta pienamente soddisfatta, sicuramente la riproporrò in tavola visto che è stata spazzolata alla velocità della luce.




Ingredienti per 4 persone

Sfoglia
200g di farina
1 uovo grande
1 cucchiaio di olio evo

Ripieno
150g di ricotta
70g di parmigiano grattugiato
1 uovo
noce moscata
sale

Brodo di carne

Fare la sfoglia all'uovo, facendo la fontana con la farina e sbattendo all'interno 2 uova medio piccole o 1 grande, l'olio e un pizzico di sale fino.

Impastare con i polsi per 5-10 minuti e se mancasse un po' di umidità inserire un poco di acqua tiepida.
Far riposare l'impasto per una mezz'ora, tenendolo riparato con un canovaccio.

Nel frattempo preparare il ripieno, unire alla ricotta il formaggio grattugiato, mescolare bene, aggiustare di sale e inserire la noce moscata (a piacere).







Stendere due sfoglie dalle dimensioni simili con il mattarello, il più sottile possibile, spennellare entrambi con l'uovo sbattuto e poi il rimanente aggiungerlo al ripieno.

 Stendere in strato abbastanza sottile il ripieno sulla sfoglia e poi richiuderla con l'altra mantenendo all'interno il lato spennellato d'uovo. pressare leggermente in modo da farle aderire.

Con la rotellina tagliapasta formare tanti quadretti uno vicino all'altro di circa 2 cm di lato.

Far cuocere (io ho fatto riposare questi quadretti ripieni per un'ora circa prima di cuocerli) in brodo  bollente per qualche minuto (io 2 minuti).



Servire con parmigiano reggiano grattugiato.

Assaggiate questa tazza è per voi............




...e ora vi consiglio di andare a curiosare nelle altre cucine dello stivale che partecipano a L'Italia nel piatto

Ma ecco cosa bolle in pentola.... 



Valle D'Aosta: Crema di zucca e fontina del blog L'appetito vien mangiando
Piemonte: Mnèstra id suca del blog La casa di Artù
Lombardia: Rìŝ, Rave e Erburìn del blog Le delizie della mia cucina
Trentino Alto Adige: La Rosumada del blog A fiamma dolce
Veneto: Zuppa di radicchio del blog Le tenerezze di Ely
Friuli Venezia Giulia: Pasta butada del blog Nuvole di Farina
Emilia Romagna: Spoja Lorda del blog Zibaldone Culinario
Liguria: Minestra di piselli secchi del blog Un'arbanella di basilico
Toscana: Zuppa di farro e fagioli del blog Non solo piccante
Umbria: Minestra con Battuto e Fagiolina del Lago Trasimeno di 2 amiche in cucina
Marche: La stracciatella del blog La creatività e i suoi colori
Abruzzo: Brodo con stracciatella di indivia e pallottine del blog In cucina da Eva
Molise: Lacce e fasciuole del blog La cucina di mamma Loredana
Lazio: Riso e patate del blog Chez Entity
Campania: Zuppa di scarole  del blog Le ricette di Tina
Puglia:  Zuppa di pesce del blog Breakfast da Donaflor
Basilicata:  Zuppa con fagioli di Sarconi I.G.P. del blog Pasticciando con Magica Nanà 
Calabria: Licurdia calabrese del blog Io cucino così
Sicilia: Minestra di Badduzze del blog Cucina che ti passa
Sardegna: Fagioli con verza alla gallurese del blog Arte in cucina

Da oggi inoltre è possibile attraverso un simpatico giochino partecipare attivamente alla nostra rubrica, come ?
Scegliete un piatto di quelli elencati qua sopra, provatelo e pubblicate  la ricetta completa di foto, ma riscrivendo il testo (non sono ammessi i copia e incolla del testo) entro il 25 c.m..
Fateci avere il link inviandolo via email a uno dei blog partecipanti o se non avete un blog inviateci lo scritto con la foto.
Le ricette partecipanti avranno visibilità nella nostra pagina facebook, e la ricetta che verrà giudicata vincitrice darà diritto all'autore/trice di partecipare alla nostra rubrica il mese successivo.
Il regolamento preciso lo trovate qui, sulla nostra pagina Facebook, ma come non l'avete ancora visitata? Vi invito a farlo subito... cliccare su "MI PIACE" e leggere attentamente le regole del gioco.
Vi aspettiamo numerosi!!!! 

59 commenti:

  1. Che buoni Elena!!! Che super ricettina !! Deliziosa e da provare :-) bravissima come sempre, un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. guarda sono davvero buoni e abbastanza rapidi da preparare...sono stati una piacevole scoperta anche per me... grazie, un bacione!

      Elimina
  2. Decisamente l'ideale in una giornata freddina come questa, l'idea di un bel brodo caldo, con questa bella pasta ripiena, mi scalda il cuore! Grazie Elena, un bacio e buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Roby... anche qua...c'è un'arietta da neve.... baci!

      Elimina
  3. Ma che bello questo piatto, non lo conoscevo affatto e devo dire che dove c'è della pasta fatta in casa io sono disposta ad assaggiare...sono una gran golosona!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. allora devi venire nel piacentino ...qua la pasta fresca e ripiena è di casa.... ti aspetto!

      Elimina
  4. Un piatto caldo e delizioso! Buonissimo e complimenti a te e a tutte le altre per questa rubrica meravigliosa!
    Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Alice... dovremo provarla gluten free che ne dici?

      Elimina
  5. questa mi piace!! e non l'avevo ami vista nè assaggiata anche se ho abitato tanto tempo in emilia romagna!!pensa te!!
    baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. era una novità anche per me... questa iniziativa mi porta a scoprire ricette fantastiche... bacioni!

      Elimina
  6. In questo tuor tra le minestre d’Italia sai che speravo di trovare qui da te questa ricetta? L’avevo vista tempo fa non ricordo più dove e volevo farla per domenica. Arrivi a fagiolo :) Dev’essere buonissima. Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un consiglio! Meglio farla il giorno stesso o posso prepararla anche il giorno prima come i ravioli?

      Elimina
    2. mi diceva oggi un'amica che l'ha vista in tv dalla Lunardini su Alice Tv...forse l'hai vista lì?
      Te la consiglio è proprio buona.. .non sono un'esperta perchè l'ho fatta solo una volta, domenica scorsa, ma è semplice... avevo il timore che uscisse il ripieno e sporcasse il brodo...be' non è successo, li ho cotti poco 1-2 minuti, poi ho spento e atteso ancora 1 minuto, spennella la sfoglia con l'uovo (mi raccomando penso sia essenziale..).
      Io la farei il giorno stesso, forse perchè ho usato la ricotta, ma tenerla a temperatura ambiente non mi fiderei...potrebbe inacidirsi un poco...
      se hai altri dubbi chiedi pure...
      aspetto la pubblicazione allora... baci e grazie!

      Elimina
    3. Grazie mille Elena :) L'avrei conservata in frigo ma forse mi conviene farla la mattina stessa, dovrebbe essere abbastanza veloce. Di sicuro più dei ravioli :) Ti faccio sapere che combino ^_^

      Elimina
    4. sì penso di sì...perchè conservare in frigo la pasta ripiena mi spaventa sempre un po'...l'umido del ripieno può intaccare l'impasto e poi durante la cottura può succedere il finimondo... grrrrr! baci e in bocca al lupo!

      Elimina
  7. Ma che bravaaa son spettacolari hihihih che pazienza bravissima!Ottima ricetta grandee

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie, non è così complicata... ti assicuro... baci

      Elimina
  8. uuu che buoni! sporcati o belli ripieni saranno una bontà! mai sentita comunque, man mano impariamo a conoscere deliziosi piatti della nostra cucina ..bello :) ciao cara!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero ...proprio una belle opportunità... grazie!

      Elimina
  9. li ho visti su un libro di pasta e sono veramente straordinari! da provare belli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma davvero, be' sono buone queste pasterelle ripiene... te le consiglio!

      Elimina
  10. che mrraviglia.. adoro il tuo piatto

    RispondiElimina
  11. Elena ma che meraviglia!!!
    Questa pasta proprio non la conoscevo ma mi piace un sacco, bravissima!!!
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma sai che non la conoscevo nemmeno io... è una ricetta romagnola....grazie!

      Elimina
  12. Elena ti sei superata!!!!bravissima davvero, un piatto eccellente!!!un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Magari potessi assaggiare quella bella tazza di brodo, li ho visti fare in tv, vorrei tanto provare a farli, un bacio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. infatti l'ho saputo... davvero buoni, provali! bacio!

      Elimina
  14. eh ma qui ci troviamo di fronte ad un Sig. Piatto!
    uno spettacolo questa pasta "sporca"...troppo buona, mi viene voglia di provare subito a farla! con quel ripieno di formaggio questa pasta andrebbe a ruba anche a casa mia!
    bravissima e bacioni grandi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. unico dubbio che avevo e mi sporcasse pure il brodo...e invece no..l'uovo ha tenuto tutto insieme!!! provala, ne vale la pena...baci

      Elimina
  15. Sinceramente
    li mangerei anche adesso!!!!!!!!!!!!!!!!
    Complimenti Elena
    FAVOLOSIIIIIIIIIIIIIII
    Un bacione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. be' a quell'ora si può fare aa...a questa no...meglio un caffè!! bacioni!

      Elimina
  16. Elena .... che dire. Favolosiiiiiiiiiiiiiiiiiii ! :)

    RispondiElimina
  17. che buona!!! complimenti per questa ricetta fantastica :)

    RispondiElimina
  18. Ma che meraviglia!!!!
    Non preparo quasi mai la pasta ripiena proprio per la fatica del lavoro, ma questa ricetta è FURBISSIMA e la dovrò provare ( così partecipo anche io al gioco, no?? ;) ).

    Grazie per questa bella ricetta :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. unico neo è il momento di buttarli nel brodo...devo studiare un piano... baci

      Elimina
  19. Non c'è niente da fare!! Siete maestri con le paste ripiene. Hai scovato una ricetta che è una vera chicca Elena! Complimenti!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la tradizione c'è, senza dubbio, siamo molto più imbranati con i vari sugli di verdure, invece.... baci!

      Elimina
  20. Fantastica, complimenti è una vera bontà. Complimenti.

    RispondiElimina
  21. Adoro la spoja lorda!!! Anche quella in versione moderna tagliata tipo tagliatella e servita asciutta, devo tentarci pure io!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì dai Sara, falla così ti copio non la conosco per niente! Grazie!

      Elimina
  22. Elena amica mia com'è che mi fai amare sempre di più la tua regione???
    un piatto delizioso che mi sento di poter preparare anch'io (sembra facile non vorrei sbagliare). una bella idea davvero!!! Ci credo che gli uomini di casa tua l'hanno divorata subito!!
    un bacione!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. secondo me è molto semplice...c'è da fare la sfoglia... lo so, lo so che ti piace la mia regione e quando vuoi venire, sei la benvenuta! baci!

      Elimina
  23. Quindi, in pratica stendi una sfoglia, ci metti sopra il ripieno e richiudi con un'altra sfoglia. Mi sembra fattibile e veloce... ci proverò!!!
    Come sempre gli emiliani non li batte nessuno per la pasta fatta in casa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. perfetto, sintetica e precisa.... baci!

      Elimina
  24. Ciao Elena, che bella questa pasta e infinitamente più facile dei cappelletti, hai ragione e sono sicura che comunque non ha niente da invidiare ai celebri fratelli! Freddo anche qui, e malessere generale.... speriamo bene, un abbraccio a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche oggi neve...non ti dico altro... ci vuole il brodo...è adatto!

      Elimina
  25. ma ciaooooooooo!!! mi ero ripromessa di farla prima o poi e adesso che ho visto le tue foto mi sa che lo faccio proprio!!!! complimeti Elena e....mi sono persa un attimo,il tempo non basta mai...mi avevi detto che mi avevi invitato a fare quel giochino...magari è già anche finito...sono ancora in tempo'?? ufff...:-(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono già passata stamane da te, è buona, è buona te lo confermo ...penso che Rino l'apprezzerà...meglio delle alghe!! eheheh! baci

      Elimina
  26. Buonaaaa!!!! l'ho scoperta e fatta anch'io anche se con un ripieno diverso...però è semplice e buonissima, la voglio provare anche con il tuo ripieno, deve essere buonissima...buon w.e.!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma davvero!!! e con che ripieno? e poi l'hai fatta in brodo o con sugo... devo venire a vedere...grazie!

      Elimina
  27. mamma che bontà che deve essere, buona!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mi eri scappata...sì sì è deliziosa...

      Elimina
  28. Finalmente l'ho fatta e la tua dritta dell'uovo per spennellare la sfoglia è stata fodnamentale :) Grazie ancora, un bacione

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!