giovedì 19 aprile 2012

Biscotti quaresimali fiorentini

Questi biscotti li ho scoperti solo poche settimane da loro, Ilaria e Tommaso, toscani doc, e non appena ho letto la ricetta, mi sono subito incuriosita... rapida, essenziale, cioccolatosa e abbinabile al caffè...cosa voglio di più?
Si racconta che siano stati prodotti per la prima volta  in un convento di suore nelle vicinanze di Firenze a metà dell'Ottocento, ed effettivamente sia per gli ingredienti poveri sia la mancanza di oli e grassi animali, segno di penitenza, potrebbe anche corrispondere al vero.
Ancora oggi durante la quaresima si possono trovare questi deliziosi biscotti nelle pasticcerie di Firenze.
Ora vi propongo la ricetta di questi biscottini che vengono prodotti a forma di lettere dell'alfabeto.


Ingredienti
3 albumi montati a neve
150g di farina
30g di cacao
170g di zucchero a velo
1 scorza grattugiata di un arancio (o scorzette d'arancia candita)
1 pizzico di sale

Miscelare la farina, il cacao, lo zucchero, il sale, grattugiare la scorza d'arancia.

Unire agli albumi montati a neve mescolando dal  basso verso l'alto per smontare il meno possibile.

Inserire in un sac a poche con bocchetta a stella e formare le lettere su di una leccarda ricoperta di carta forno.

Cuocere in forno caldo a 150°C per 15 minuti.


Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario culinario d'Italia organizzato da Trattoria MuVarA e ospitato, per le ricette toscane, da Cindystar

15 commenti:

  1. Grazie, cara, anche se pur "penitenti" mi sembrano golosi da rubartene qualcun per il mio primo caffè della giornata!
    Grazie per aver voluto condividere questa ricettina nell'Abbecedario, mi sa tanto che la proverò presto, è proprio "ganza"! :-)

    RispondiElimina
  2. Sono davvero irresistibili!!! Buona giornata :-)

    RispondiElimina
  3. Grande Elena! Anche a me hanno colpito questi biscotti, li rifarò sicuramente; i tuoi sono bellissimi! Buona giornata, Babi

    RispondiElimina
  4. Eccome se li conosco i quaresimali!!! Erano gli unici che riuscivo a buttar giù da bimbetta :-) I tuoi sono super!

    Bacioni

    RispondiElimina
  5. Che belli, non li conoscevo, e buoni per smaltire albumi in giacenza perennemente a casa mia :D

    RispondiElimina
  6. Ma grazie per la citazione!!! Ci fa immensamente piacere sapere che ti sono piaciuti!!

    Credo che abbinati con il caffè siano ancora più buoni!

    Grazie ancora e buona giornata!
    Tom

    RispondiElimina
  7. golosissimi e così carini a forma di S, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  8. Mi piacciono un sacco questi biscottini che ho scoperto in Toscana, golosi e carinissimi nella forma a letterine. Anche se col sac à poche...vabbè prima o poi lo sfido :)) Un bacione, buon pomeriggio

    RispondiElimina
  9. Eh eh che bello vedere che la rubrica ci porta davvero a scoprire e gustare piatti nuovi di altre regioni! Ti sono venuti benissimo, niente da invidiare a quelli di Tommaso ed Ilaria!
    Bravissima come sempre del resto!!
    bacioni

    RispondiElimina
  10. Ciao Elena, sono affascinata anche dal colore, credo che li farò al più presto..come i tuoi ravioli (non li ho dimenticati ;-) ) Buona serata.

    RispondiElimina
  11. Cacao, scorza d'arancia... devono essere sublimi! Adoro i due ingredienti messi insieme, i biscotti sembrano buonissimi, complimenti davvero. Un bacione e buon fine settimana

    RispondiElimina
  12. Complimenti cara Elena!!!!!!!Ti sono venuti benissimo...la rubrica ci porta veramente a conoscere straordinarie ricette
    A stasera
    Ciao

    RispondiElimina
  13. Che bello internet! Senza di esso non potremmo conoscere tante usanze tradizionali, se non attraverso i viaggi! Ma quando non possiamo viaggiare, internet ci fa fare un piccolissimo trip! Ottimo! Ciao Elena, grazie!

    RispondiElimina
  14. Ecco la E di Empoli con tutti i 41 contributi: http://abcincucina.blogspot.com.es/2012/04/e-come-empoli.html.

    Grazie per aver partecipato....e ora tutti in Umbria!!!
    Aiu'

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!