sabato 2 marzo 2013

Porco com amêijoas à alentejana - Maiale alle vongole all'alentejana

La provincia di Alentejo è la più estesa del Portogallo, quasi un terzo del paese.
Si estende a sud del fiume Tago, dalla costa Atlantica fino al confine spagnolo, è una terra povera, arida e pianeggiante, un antico proverbio portoghese afferma che nell'Alentejo non esiste ombra.
E' una zona tipica dell'allevamento dei maiali, qui cresce  il "porco prieto"detto anche porco Alentejano, pare che si possano vedere branchi di maiali neri che pascolano liberi.
Come per il famoso Patanegra,  l'alimentazione di questi animali è determinante, come anche l'ambiente e lo spazio del pascolo, le ghiande di nocciola e di quercia devono essere la preminente se non la esclusiva  forma di alimentazione, come viene indicato sul marchio dei prosciutti (un simpatico muso di maiale con ghiande al posto delle orecchie lo dimostra anche graficamente).
Ma torniamo alla ricetta, in cui si trovano la carne di maiale  e i frutti di mare, questo accostamento è uno dei più tipici della cucina di questo Stato, molto probabilmente dovuto alla sua posizione geografica e alla natura del suo territorio.
La buona riuscita della ricetta dipende dalla scelta corretta del taglio di carne, che deve essere assolutamente morbida , quindi sono da preferire: il filetto, il lombo o il carrè. I frutti di mare più utilizzati sono le vongole, ma ci possono essere anche delle cozze , tartufi di mare o cannolicchi.
Devo ammettere che questa ricetta è piaciuta tanto in famiglia, è originale e si presenta bene, vi consiglio di provarla...sarà un'esperienza nuova per le vostre papille gustative......

(Ricetta e alcune informazioni sono tratte dal libro "I piatti stranieri che piacciono agli italiani" di R. Gabellieri...con qualche aggiunta personale...sennò che gusto c'è?)

Ingredienti per 4 persone
500g di vongole fresche
800g di carne di maiale (io filetto)
30g di strutto (olio)
1 cipolla media
200g di pomodori  pelati (io passata)
200ml di vino bianco secco
2 spicchi di aglio
1 foglia di alloro
1 pizzico di peperoncino piccante
sale pepe
prezzemolo o coriandolo tritato
limone non trattato

Le vongole fresche devono essere lavate esternamente e lasciate in ammollo con acqua fresca salata per un paio di ore.
Tagliare la carne a cubetti e lasciarla marinare nel vino con il peperoncino, l'alloro, pepe e aglio per 2-3 ore a temperatura ambiente.
Scaldare l'olio in una pentola, rosolare la carne, sgocciolata dalla marinata (che non deve essere eliminata),  per circa 10 minuti, togliere e mantenere al caldo.
Nella stessa pentola inserire la cipolla tritata, soffriggerla fino a quando non è appassita, unire la marinata e la passata  di pomodoro, cuocere a fuoco alto per 5-10 minuti.
Nel frattempo in una padella con coperchio e ben calda si fanno aprire le vongole, dopo aver aggiunto un poco di olio e 10-20 ml di vino. Il tutto dovrebbe avvenire in pochi minuti al massimo  si tolgono dal fuoco e si elimina i molluschi non aperti.
A questo punto si unisce  la carne alla passata, e si cuoce assieme per altri 5 minuti in modo che si armonizzino i sapori, per ultime si aggiungono le vongole.
Si cosparge di prezzemolo tritato e di scorza di limone.
Servire tiepido con limone affettato.

Con questa ricetta partecipo all'Abbecedario Culinario della Comunità Europea, che in questi giorni festeggia il Portogallo nel blog di Patrizia La Melagranata


20 commenti:

  1. Interessante accostamento....è da provare. Brava e grazie per la condivisione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. effettivamente è interessante questo spezzatino "mare-monti"!!!!

      Elimina
  2. Sicuramente originale Elena, complimenti per la scelta e per il coraggio... Ma evidentemente meritava se la tua famiglia ha fatto piazza pulita di tutto!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di coraggio in cucina ne ho da vendere, solo lì purtroppo.... bacioni

      Elimina
  3. Avevo pensato pure io di preparate questo piatto però ero titubante, mi sarebbe piaciuto??? Poi di tempo non ne ho avuto e sono contenta di vederlo ora nel tuo blog, ho più coraggio nell'affrontarla!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. provalo provalo...con il filetto è ottimo..sono sicura che ti piacerà! baci

      Elimina
  4. un piatto particolare e penso che mangerei con molto piacere soprattutto per la presenza dei frutti di mare che adoro!
    ottima ricetta!
    bacioni e buona domenica

    RispondiElimina
  5. ciao carissima Elena, bella ricetta, le vongole si abbinano benissimo a tutto, è interessante, un caro abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. vero...e pensa che non lo sapevo...bacioni!

      Elimina
  6. molto gustosa questa ricetta!!
    due ingredienti buoni e saporiti!
    baci

    RispondiElimina
  7. originale e interessantissimo!
    ps: complimenti per il colors&food :-)
    ps bis: hai ricevuto la mia mail con la ricetta? bacioni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no che non l'ho ricevuta...ma ora è tutto a posto...grazie 1000!

      Elimina
  8. Splendida! Grazie Elena, questa ricetta è meravigliosa!
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  9. Provata dal vivo!!! E' veramente buona, sottoscrivo :)
    Baci Elena!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'hai provata???? vero che è buona??? bacioni!

      Elimina
  10. ... e da "Una terra chiamata Alentejo" (bellissimo libro di Josè Saramago), una ricetta originale che vorrei tanto provare!
    Elena, complimenti per questo piatto meraviglioso e per la tua voglia di provare ricette internazionali.
    Un abbraccio :))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e io dovrò provare il libro che mi consigli...grazie Faustidda!!un bacione!

      Elimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!