martedì 18 dicembre 2012

Capesante gratinate con besciamella allo zafferano

Le capesante gratinate per le feste natalizie sono sempre un must, ma quest'anno avevo intenzione di variare la ricetta e così dopo aver letto a destra e  a manca mi sono esibita in una prova tutta mia.
Ho pensato ad una gratinatura diversa, senza pane grattugiato ed erbe aroamtiche, ho utilizzato una besciamella molto lenta con un paio di cucchiai di Trentingrana e lo zafferano. 
Per decorare ho utilizzato le bacche di goji, che dopo tanto cercare sono riuscite a trovare, sono i frutti del Lycium barbarum e pare siano ricchissime di antiossidanti, ferro e betacarotene, inoltre sono proprio buone sia tal quali che in aggiunta a dolci e.... da oggi, anche ai  cibi salati.
La loro funzione doveva solo essere decorativa invece è stata essenziale anche per il gusto, infatti hanno impresso l'acidità giusta per bilanciare il piatto...
E' stato un successo sia dal punto di vista visivo che gustativo, ecco la ricetta...


Ingredienti per 4 persone
4 capesante
1/4 di scalogno
1 cucchiaio di olio evo
2 cucchiai di brandy
sale
20g di burro
1/2 cucchiaio di farina
100-150ml di latte (purtroppo sono andata ad occhio...)
1/2 bustina di zafferano
20g di formaggio Trentingrana
bacche goji

Mettere in 100ml di acqua fredda e brandy (1 cucchiaio) le bacche in modo che si idratino un poco.

Lavare bene sotto il getto dell'acqua le capesante, aprirle con un coltellino ed eliminare la conchiglia piatta.

Soffriggere lo scalogno tritato, aggiungere i molluschi, rosolare velocemente, aggiustare di sale e sfumare con un cucchiaio di brandy.
Spegnere dopo al massimo 5-8 minuti.

Posizionare nelle conchiglie con un cucchiaino di sughetto, nel rimanente sciogliere lo zafferano.

Preparare una besciamella con il burro, la farina e il latte, dovrà essere molto lenta (se avete qualche dubbio sull'esecuzione cliccate qui), a fine cottura salare, aggiungere il formaggio grattugiato e il sugo allo zafferano.

Ricoprire ogni conchiglia con un cucchiaio di besciamella, gratinare in forno per 5 minuti a 200°C o in microonde per 3 minuti 610Watt con grill.

Decorare con le bacche goji prima di servire.

Per evitare che le conchiglie si pieghino e facciano uscire il ripieno, preparare con la stagnola dei piccoli anelli che vi serviranno da supporto per tenere diritte i gusci!

Con questa ricetta partecipo al contest di Cinzia e Valentina Colors and food what else? , in questo mese i colori sono il rosso e l'oro!!!

23 commenti:

  1. Ciao Elena! :) Che belle queste capesante e poi che bontà, immagino! :) Bravissima, complimenti! :) Un abbraccio grande e buona serata :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì, sì sono buone...la prova prenatalizia l'hanno superata...baci!

      Elimina
  2. ma Elena!io adoro le capesante,che buone le tue con il brandy e lo zafferano!forte!

    RispondiElimina
  3. In questi giorni ho visto alcune ricette con bacche di Goji, ne sono contenta, finora le prendevo solo a fini salutistici... Con questa ricetta mi hai stesa!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sto iniziando ad abbinarle...pare siano un toccasana... ne ho bisogno! baci

      Elimina
  4. che belle colorate che sono adoro questo colore nel cibo..
    brava..
    non avendo troppo tempo in questi giorni ti auguro un sereno natale...
    lia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e' vero, un piatto colorato ha una marcia in più! baci

      Elimina
  5. Che belle hanno un bellissimo aspetto!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie, vero che sono carine con quelle bacche a raggio!!! baci

      Elimina
  6. ma lo sai che spesso, nelle occasioni di festa, le capesante spesso sono la carta vncente sulla mia tavola. Mi piacciono tantissimo. Cottura brevissima, delizatezza, morbidezza...con i tuoi condimenti poi guadagnano un po' di forza, senza dubbio gradevolissima.
    Grazie mille Elena, sei sempre la benvenuta con i tuoi piattini squisiti!
    un abbraccio,
    Vale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono buone pure lisce, lisce...un bacio e grazie!

      Elimina
  7. Ciao Elena, sono il mio piatto preferito, amo le cappesante ù, d'altronde, donna di mare sono ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma dai...e chi l'avrebbe detto... c'è sintonia...è inutile negare....anche a me piacciono parecchio!

      Elimina
  8. Hanno un bel colore, complimenti
    ciao :)

    RispondiElimina
  9. Che belle!! Brava Elena:-) un bacio

    RispondiElimina
  10. Elena, io le ho mangiate all'Isola d'Elba in primavera: le capesante con la bechiamelle senza zafferano ed erano stra-ordinarie.... mi immagino le tue con lo zafferano!
    Baci
    Sandra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sandrina... sono sicuramente molto profumate e dorate!

      Elimina
  11. Ciao Elena carissima, questa è la classica ricetta da mettere sul tavolo durante le feste, è la Ricetta, è chic, è conosciuta, fa figura, è buona diciamo la verità le capesante sono proprio buone e con questa besciamella allo zafferano sono ancora meglio...un caro saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tamara...fanno la lor figura sulla tavola natalizia, vero?

      Elimina
  12. ciao Elena! vengo solo ora da te, sia per augurarti un buon proseguimento, che per ringraziarti della elegante ricetta, che io le capesante non le ho mai fatte (mi intimoriscono forse, sono troppo montagnina ;))
    un bacio anche per i tuoi due ometti!

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!