giovedì 29 novembre 2012

Parigina, un rustico da capogiro!!!!

La Parigina l'ho conosciuta solo qualche anno fa sul web, è un rustico di origine napoletana (e dove sennò?), che vi farà innamorare a prima vista!
La particolarità è la consistenza, viene infatti preparata con due impasti: la base è pasta lievitata simile alla pizza - morbido, e la superficie è pasta sfoglia - croccante, il tutto farcito a piacere, di solito prosciutto cotto, scamorza e pomodoro.
Questa volta ho osato con prosciutto affumicato e scamorza, farcita in bianco lo preferisco.
E' una merenda ideale per i vostri bimbi, piace sempre tanto e si presenta bene a feste o a cene tra amici.
Quando organizzate per una "pizzata" in compagnia è utile come aperitivo magari tagliato a piccoli pezzetti  e servito con un Prosecco Veneto.....


Ingredienti
pasta pizza:
300g di farina (W380)
150g di Pasta Madre
100 ml di acqua (circa dipende dal grado di assorbimento della farina)
2 cucchiai di olio evo
1/2 cucchiaino di zucchero
1 cucchiaino di sale
3g di lievito di birra

Pasta sfoglia (1 rotolo rettangolare)
2 hg di Prosciutto di Praga
1 scamorza
1 uovo intero


Sciogliere il lievito madre in circa 60g di acqua, aggiungere il lievito di birra, la farina, il resto dell'acqua e lo zucchero, impastare per 15 minuti con l'impastatrice e poi unire l'olio e il sale.
Far riposare per 20 minuti circa e poi stendere nella teglia di cottura.
Lasciare lievitare in luogo riparato e dopo aver ricoperto con pellicola almeno quattro ore.
Passato il tempo, farcire con il prosciutto e la scamorza affettata sottile.
Ricoprire con il rotolo di sfoglia e pennellare la superficie con l'uovo sbattuto con un cucchiaio di acqua.
Cuocere in forno già caldo a 210°C per 15-20 minuti ( dipende dal forno, valutate la superficie!).
Degustare caldo o meglio ancora quando è tiepido.

21 commenti:

  1. Non ho mai mangiato la parigina... Ma mi ha conquistato. E sai che cosa mi ha conquistato di più? La presenza del prosciutto di praga e la scamorza. Bimba... E' un connubio che adoro!!! Sto poi in crisi di astinenza da carboidrati... li preparo la domenica ... e li regalo. Io assaggio solo se sono venuti bene... Mi hai fatto venire una vogliaaaaaaaaaaaa!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande, anch'io ho un giro di regali...altrimenti qua c'è da allargare le porte...ah,ah,ah!

      Elimina
  2. Che buono Elena!
    Lo provo e subito!

    RispondiElimina
  3. che buona la parigina! :)
    spesso la faccio anche io e ogni volta fa il fumo :D è golosissima!!
    come stai Elena? un forte abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Mile, tutto ok o quasi...sono sempre più cotta! bacioni

      Elimina
  4. Bè da napoletana.... e che te lo dico a fare!
    Adoro la parigina! Ne ho fatta anche una versione con salsicce, friarielli e provola!
    Buona giornata

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salsicce??? se lo sa mio figlio, la pretende subito!

      Elimina
  5. al praga non so ressitere nemmeno uno una bella idea per un antipasto o un intera merenda

    RispondiElimina
  6. Buonissima!! Il praga regala un profumo fantastico!! ciaoooooo!!!

    RispondiElimina
  7. ecco una parigina coi fiocchi, complimenti è proprio bella...;-)

    RispondiElimina
  8. Non la conoscevo...grazie per farmi venire di nuovo fame, ne???
    Buona domenica, un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tinny...devi ricominciare a cucinare...dai su! baci

      Elimina
  9. Non sapevo che ci fossero due tipi diversi di impasto. L'idea di combinare assieme la pasta della pizza e la pasta sfoglia mi stuzzica davvero molto. La dovrò provare!
    Buona domenica.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sì è quello il bello! bacioni!

      Elimina
  10. che bella io l'adoro :) brava brava! buon pomeriggio cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se me lo dici tu, napoletano e pure cuoco, allora ci credo! bacioni!

      Elimina
  11. voglio proprio provare questa versione. Ho preparatato la parigina una sola volta ma non mi è piaciuta.La ricetta era comunque diversa da questa. Grazie. Gabriella

    RispondiElimina

Ora che sei arrivato fin qui, lasciami un commento...
mi fanno davvero piacere, sia i complimenti sia le critiche, ma ricordati di firmare!