giovedì 28 luglio 2011

Budino di uova

Questa ricetta l'ho vista solo ieri sera nel blog di Mee, blog che vi assicuro vale la pena di visitare!
Non appena l'ho letta mi ha subito colpito per la semplicità e la digeribilità. Così, avendo intenzione di cucinare le uova, mi sono esibita in questa ricetta thailandese.
Ho variato qualche ingrediente che non avevo a disposizione: ho usato la cipolla rossa invece del cipollotto e non ho aggiunto il pepe, ma solo il sale nero di Cipro.
Il piatto mi è piaciuto e lo riproverò sicuramente magari con l'aggiunta dei funghi.
Ora pubblico le foto del piatto con le mie orchidee che dedico a Mee, Thailandese Doc. L'orchidea infatti è il fiore simbolo di questo splendido Paese.



Ingredienti per persona
1 uovo grande
1/2 carota grattugiata
1/3 di cipolla rossa di Tropea
sale di Cipro
1 cucchiaino di salsa di soya
un poco di acqua

Sgusciare l'uovo in un misurino graduato (il mio era 50 ml) e aggiungere circa 1/3 di acqua (ho aggiunto 20ml), salare, unire la salsa e sbattere con una forchetta.

In una cocotte da forno inserire la cipolla tagliata sottile, una parte di carota grattugiata, aggiustare di sale e ricoprire con l'uovo (ho preferito preparare separatamente ogni porzione).
Cuocere a vapore (ho usato il bimby: impostando 25 minuti a varoma) per circa 15 minuti.
Decorare con la carota grattugiata e servire con salsa di soya.

Grazie Mee!

mercoledì 27 luglio 2011

Gli gnocchi di patate

Gli gnocchi sono il primo piatto che preferisco in assoluto, meglio di qualsiasi pasta ripiena, lo stesso vale per mio figlio quindi spesso li porto in tavola.
Purtroppo, non sempre ho il tempo di farli, anche se, con un minimo di organizzazione, in un'oretta si preparano tranquillamente, così mi ritrovo ad acquistare quelli confezionati che ti lasciano sempre nel dubbio: ci sarà l'effetto "chewing gum" o tutto si trasformerà in poltiglia?
Ormai con l'esperienza e l'assaggio gestisco i tempi di cottura a seconda dei casi in modo da proporre piatti decenti, ma sabato scorso li ho preparati con la mia ricetta base, formata solo da patate e farina.
Le patate che preferisco utilizzare sono quelle rosse(di Mareto) o quelle a pasta gialla (tipo DOP di Bologna), piuttosto ricche di amido, (in questa stagione è necessario utilizzare le patate vecchie).
Le cuocio a vapore, già pelate, e poi le passo allo schiacciapatate, se mi accorgo che sono troppo bagnate, allora interrompo e le passo al forno a 200°C per 2-3 minuti, solo allora le passo, con questo escamotage si possono utilizzare anche patate non troppo ricche di amido e il risultato è assicurato.


Ora passo alla ricetta:





Ingredienti per 5 persone

1Kg di patate
300g di farina
3 pizzichi di sale








Cuocere a vapore le patate dopo averle pelate, (al bimby imposto 30 minuti varoma, in pentola a pressione con cestello 12 minuti dal fischio).


Passarle allo schiacciapatate ancora calde, posizionandole all'interno della fontana di farina salare e attendere circa 10 minuti prima di iniziare ad impastare in modo da far raffreddare un poco.






Impastare velocemente e al bisogno aggiungere ancora un poco di farina, fare poi le bisce del diametro di circa 1 cm tagliare a tocchetti lunghi circa 2 cm.

Far passare l'impasto sul retro della grattugia in modo da produrre tante losanghe utili a catturare il sugo di condimento.

Sono ottimi con sugo al pomodoro, ma li preferisco con il sugo di funghi o anche al pesto con i pomodorini...poi vi posterò qualcosa in merito!



Con questa ricetta partecipo all'
Abbecedario culinario d'Italia organizzato da Trattoria MuVarA e ospitato, per le ricette del Lazio, dal blog Garbugli0

lunedì 25 luglio 2011

Crostata al cocco


Oggi è il compleanno di questo blog...ebbene sì, sono già passati 365 giorni...è stato faticoso, ma direi che ce l'ho fatta!
Lavorando tutto il giorno e avendo quasi due famiglie da gestire non è facile, ve lo assicuro!
Ho iniziato con grosse lacune dal punto di vista informatico,ma aiutata da mio nipote (al momento dell'iscrizione su blogger)e con la mia testardaggine-costanza sono riuscita a produrre più di 240 post.
Ho variato man mano la grafica (i cambiamenti sono sempre morigerati...temo un collasso del sistema!), aggiunto gadget, partecipato a contest e pure vinto qualche premio...non ci avrei mai creduto!
Devo fare ancora molta strada, non solo dal punto di vista informatico, ma anche nelle foto... e in tutto il resto !
Ora ringrazio voi che mi seguite, e commentate le mie ricette, perchè in questo modo mi date sempre una gran soddisfazione!
Oggi per festeggiare ho pensato di preparare una torta, con la candelina, s'intende, e virtualmente la offro a tutti voi!





Ingredienti
per la pasta:
250g di farina
80g di burro
3 tuorli
8g di lievito chimico
100g di zucchero
1 pizzico di sale
per la farcitura:
150g di farina di cocco
3 albumi
100g di zucchero
200ml di panna da montare
1 pizzico di sale

Setacciare la farina con il lievito e il sale, impastare con il burro a pomata, lo zucchero e i tuorli (aggiungere al limite un cucchiaio di acqua se ci fossero difficoltà nell'impasto). Raffreddare in frigo mentre si prepara la farcia.
Amalgamare il cocco con lo zucchero e la panna.

Montare gli albumi a neve ben ferma,e unirli delicatamente al composto al cocco facendo attenzione a non smontarli!
Stendere l'impasto sulla spianatoia, foderare una teglia (diametro 26cm), forare il fondo e inserire la farcia. Tagliare le strisce di pasta per comporre il reticolo della crostata e posizionarle sulla superficie ben livellata.
Cuocere in forno caldo a 180° per circa 30 minuti.

Questa ricetta era pubblicata sul quotidiano della mia città (Libertà) la scorsa settimana.



Vi piace il particolare della candelina? E'in legno dipinta a mano, un regalo di una cara amica.



Con questa crostata partecipo al contest di Il Molino Chiavazza:

domenica 24 luglio 2011

Soufflé glacé ai marron glacé

Quando all'inizio del mese ho letto la proposta di Loredana per la sfida dell'MTC ero davvero entusiasta, mi piace preparare i dolci e i soufflè glacè sono proprio di stagione!
Ci ho pensato parecchio a quali ingredienti utilizzare, sono partita dalla frutta di stagione per arrivare fino al cioccolato, ma poi mio marito (il golosone!) mi ha illuminato con l'idea dei marron glacè, così ho studiato come assemblare e produrre questo dolce che, forse non è troppo estivo ma vi assicuro che è davvero goloso...



Ingredienti per 10 porzioni
160g di crema pasticcera
290g di meringa italiana
200g di marron glacé
30 ml di rum
500ml di panna da montare
Salsa al cioccolato:50g di cioccolato fondente al 60% e 30ml di panna da montare.

Preparare la crema pasticcera, come indicato nel post, e metterla a raffreddare dopo averla coperta con pellicola ben aderente alla superficie per evitare la formazione della pellicina.

Preparare la meringa italiana:montare con le fruste 125g di albume (3 albumi) con 50 g di zucchero, a cui si aggiunge uno sciroppo cotto alla temperatura di 121°C formato da 50g di acqua e 200g di zucchero semolato.
Anche questa preparazione viene raffreddata in frigorifero.


Tritare i marron glacé con un coltello finemente e poi scioglierli il più possibile in 30ml di rum formando una poltiglia aromatica.

Unire questo preparato alla crema pasticcera e poi alla meringa italiana facendo attenzione a non smontarla (mescolando dal basso verso l'alto).
Montare la panna montata e unirla al composto di marroni-meringa sempre cercando di smontare il meno possibile.



Inserire nei contenitori appositi per soufflé, ai quali ho aggiunto una striscia di carta forno per dare l'idea della lievitazione da forno.
Porre in congelatore almeno 4 ore.

Al momento di servire preparare la salsa al cioccolato sciogliendo il ciocco tritato nella panna al microonde facendo sempre attenzione di non scaldare troppo!

Decorare con salsa al cioccolato prima di servire!





Con questa ricetta partecipo all'MTC:




e all'iniziativa del blog Dolcizie Ricendario 2012:

sabato 23 luglio 2011

...rieccoci in pista...

Ciao a tutti, sono già ritornata da qualche giorno ma ho avuto qualche difficoltà a trovare il tempo da dedicare al blog... però questa sera ho deciso che almeno qualche foto delle vacanze andava pubblicata. Così eccomi qua a scegliere tra le 85 fatte dalla sottoscritta e le 368 fatte da Tommi (che con la sua nuova macchina fotografica sembrava un giapponese...immortalava di tutto!).
Spero di aver fatto una buona selezione:


Il lago di Anterselva...





























Visuale del percorso Kneipp di Villabassa
















Il paradisiaco lago di Braies (guardate qui)

























Queste sono state scattate dalla torre del castello di Brunico, aperto completamente al pubblico grazie all'allestimento della mostra RIPA di Reinhold Messner.




















Tristakersee (Austria)
















Questa è la Val Fiscalina...
























E queste sono per voi!!!



venerdì 8 luglio 2011

Chiuso per ferie


Ciao a tutti, mi assento per qualche giorno, eravamo tutti molto stanchi e così quest'anno abbiamo deciso di fare una piccola pausa anche a luglio, ....ma molto piccola ci risentiamo presto!

Naturalmente Zorro viene con noi!



Questa foto l'ho scaricata da google immagini, ma l'origine è questo blog...vero che è molto carina?

In ogni caso spero di riuscire a passare nei vostri blog, mi porto il portatile ...vediamo un po'!

Baci e a presto....

giovedì 7 luglio 2011

Purè di zucchine

Questo mio cavallo di battaglia estivo lo posto molto volentieri, questa era una ricetta di mia madre, che ho elaborato in modo da prepararla con il bimby.
In 20 minuti si prepara un contorno salutare e gustoso adatto a tutta la famiglia.




Ingredienti
500g di zucchine
170ml di latte
sale
1 noce di burro
1 cucchiaio di parmigiano reggiano grattugiato (a piacere)

Ricetta con bimby
Lavare e spuntare le zucchine, inserirle a pezzi nel boccale e frullarle a vel 7 per 10 sec. Raccogliere con la spatola la verdura presente sulle pareti e sul coperchio ed inserire la farfalla.
Aggiungere il sale e il latte. Cuocere a 100°C impostando 20 minuti a vel 2.
A fine cottura mantecare con il burro a vel 3 per 1-2 minuti.
Infine aggiungere il formaggio, (io lo evito, lo preferisco al naturale!).

Ricetta classica
Lavare e spuntare le zucchine, tritare con un mixer, mettere un goccio di olio in una padella antiaderente, unire le zucchine e il latte, far cuocere con coperchio mescolando di tanto in tanto per circa 20-30 minuti. Regolare la densità del purè togliendo il coperchio e facendo evaporare oppure aggiungendo altro latte. Salare e aggiungere il burro per mantecare e il formaggio a piacere.

mercoledì 6 luglio 2011

I grissini rustici

E' già qualche mese che posseggo la pasta madre, ma dopo un'inizio pieno di voglia di fare, mi sono un po' demoralizzata! Non riuscivo a trovare le dosi giuste a volte non lievitava bene, altre inacidiva....
Avevo bisogno di capire meglio come si usava, e intanto procedevo con rinfreschi settimanali.
Girando poi sul web mi sono imbattuta ne sito www.lapastamadre.net in cui si presenta un libro dal titola "La Pasta madre" scritto da una foodblogger Antonella Scialdone di Pappa reale, blog davvero molto interessante con ricettine sfiziose e golose.
Così sono subito corsa in libreria e ho acquistato l'opera... e sì, perchè di opera si tratta...è un bel libro con 64 ricette dettagliate e foto splendide, ma soprattutto presenta una prima parte generale utile per capire come usare la pasta madre.
Puoi trovare dalle percentuali di panificazione alle fasi di impasto e anche le pieghe di rinforzo, utile operazione per rafforzare il glutine (di cui non ne avevo mai sentito parlare!).
Ho scoperto anche il pH ideale di una pasta madre (4-4,5 dopo la fermentazione e 5 subito dopo il rinfresco, che indica il suo stato di salute (grado di acidità).
Naturalmente, da mamma apprensiva che sono e data la mia professione, ho subito fatto l'analisi portando i due impasti ( prima e dopo il rinfresco) in laboratorio e tra i sorrisi divertiti dei colleghi ho constatato che gode di ottima salute!
Ora vi posto la ricetta che ho provato, purtroppo senza l'aggiunta di speck e cumino, (ingredienti riportati nel libro) perché ne ero sprovvista, ma di sicuro ci riproverò ancora aggiungendo la farcitura perchè sono davvero ottimi!





Ingredienti
200g di farina di frumento 0
100g di acqua
75g di pasta madre rinfrescata
1 cucchiaino di zucchero
4g di sale
21g di olio evo

Emulsionare l'olio con un cucchiaio di acqua (circa 20g) e tenere da parte.
All'impasto madre, aggiungere il resto dell'acqua tiepida e sciogliere bene il tutto formando un composto piuttosto liquido e omogeneo, unire lo zucchero, la farina, il sale, mescolare e per ultimo inserire l'olio emulsionato.



Impastare molto bene per 10-15 minuti a mano, formare una palla e lasciare lievitare almeno 3 ore, coprendo con la pellicola.





Sgonfiare l'impasto, cercare di ottenere un rettangolo e procedere con le pieghe (come fosse una pasta sfoglia)in pratica piegare in 3 parti (come le lettere da imbustare) e poi girare la pasta di 90° e ripiegare ancora in 3 parti.
Ricoprire con pellicola e lasciare riposare ancora 1 ora.










Poi formare un filone e lasciare lievitare ancora per 3 ore.





A questo punto con l'aiuto di una spatola ricavare circa 20 fettine e stendere ogni fetta con i palmi delle mani partendo dal centro e arrivando alle estremità in modo da ottenere dei grissini lunghi circa 20-25 cm.





Cuocere in forno statico caldo a 200°C per circa 12 minuti.
Raffreddare su di una griglia, verificare la croccantezza e poi volendo rinfornare per qualche minuto.

A me sono piaciuti così... e li consiglio con un piattone di salumi affettati!

lunedì 4 luglio 2011

Crostata di ricotta


Domenica era S. Tommaso e per festeggiare l'onomastico del mio piccolo uomo ho deciso di preparargli una crostata un po' diversa dal solito, cercando di utilizzare i suoi ingredienti preferiti. Ho scelto di fare una crostata, perché predilige i dolci croccanti, non è per le torte morbidose...(a differenza della mamma ...non ho nemmeno questa scusa per poterle preparare!), inoltre adora il cioccolato e la ricotta.



Ingredienti

300g di farina autolievitante
1 tuorlo
1 uovo intero
150g di zucchero
succo di mezzo limone
120g di burro
1 pizzico di sale

per la farcia
200g di ricotta
3 cucchiai di zucchero di canna
1 uovo intero
4 cucchiai di gocce di cioccolato


Impastare velocemente il burro con la farina, unire le uova, il succo e lo zucchero.
mettere a riposare in frigo per una mezz'ora.
Impastare in modo da renderla morbida, foderare una teglia antiaderente, forare il fondo con i rebbi di una forchetta.
Inserire la farcia, preparata mescolando tutti gli ingredienti lasciando per ultime le gocce di cioccolato (altrimenti nel mescolare si sciolgono!).
Decorare con le bisce di pasta tipo crostata rustica e infornare a forno caldo 180°C per 25-30 minuti.


Far raffreddare e prima di servire spolverizzare con zucchero a velo.

Con questa crostata partecipo al contest de Il Molino Chiavazza:

I malfatti di spinaci

Questa è una ricetta classica, ma che ho variato limitando i grassi (ho eliminato la colata di burro...) e saltando un passaggio nella ricetta in modo da renderla piuttosto rapida. Questa pasta al forno è comoda per quando si hanno ospiti e si fa un'ottima figura..ve la consiglio!



Ingredienti per 6 persone
250g di ricotta
1 uovo
200g spinaci cotti (ho usato 3 cubetti surgelati)
2 cucchiai di farina
200g di grana padano grattugiato
1 cucchiaio di olio evo
100g di panna da cucina

Far cuocere gli spinaci o scongelarli (nel mio caso) e passarli in padella dopo averli ben tritati con un filo di olio evo.
Unire la ricotta, al grana, agli spinaci(raffreddati), alla farina, mescolare.



Aggiungere l'uovo intero utile a legare il composto e poi con l'aiuto di due cucchiai formare delle quenelle.


A questo punto la ricetta ufficiale direbbe di gettarle in acqua salata bollente e non appena vengono a galla recuperarli con la schiumarola e adagiarli in una teglia.


La sottoscritta oramai da anni evita questo passaggio...e quindi:
posizionare in una teglia unta con poco olio e poi ricoprire con un velo di panna da cucina e una leggera spolverata di grana.



Mettere in forno caldo per circa 20 minuti con funzione grill in modo da formare la crosticina.

domenica 3 luglio 2011

Kebab di manzo alla greca

Questa splendida ricetta, l'ho copiata dal libro "Cucina mediterranea" che mi ha inviato Gianni come presente per la collaborazione al suo contest di Cucina etnica. Colgo l'occasione per ringraziarlo pubblicamente e vi assicuro che prossimamente pubblicherò diverse ricette tratte dal suo regalo, che
riporta infatti piatti tradizionali dei paesi che si affacciano sul mare mediterraneo dal Libano alla Spagna..insomma uno scrigno colmo di risorse!



Ingredienti per 4 persone
450g di manzo macinato
1 piccola cipolla bianca
1 cucchiaio di coriandolo fresco (che ho sostituito con il prezzemolo)
1 cucchiaino di paprika dolce
1 cucchiaino di spezie miste (le compro in drogheria contengono: pepe bianco, pepe nero, cannella, noce moscata e curcuma)
1 cucchiaino di zucchero di canna
sale e pepe
1 cucchiaio di olio evo

Tritare finemente la cipolla e mescolare con la carne aggiungendo tutte le spezie e le verdure indicate. Aggiustare di sale e pepe.

Dare la forma di salsicciotto e poi inserire lo spiedo, che avrete lasciato in ammollo in acqua fredda per almeno 30 minuti.
Pennellare con olio evo e poi cuocere alla griglia per 15-20 minuti girandoli spesso.

Questo piatto l'ho servito con cous cous integrale e una salsa veloce di pomodori e peperoni che ho preparato al momento per dare un tocco di colore al piatto.
Per cuocere il cous cous mi sono servita delle spiegazioni presenti sulla scatola del prodotto.

La salsa l'ho preparata velocemente inserendo nel bimby: 1 peperone rosso, 2 cucchiai di salsa di pomodoro, sale, zucchero e pepe un cucchiaio di olio evo e frullato per qualche secondo a vel 7. Ho cotto per 6 minuti a 100°C e poi ho versato il tutto sul piatto di portata già pronto.


Grazie Gianni!